IL SIGNIFICATO DEL PROPRIO NOME

Il Metaviaggio è il metodo che propongo per esplorare se stessi, le proprie ombre e i propri talenti. È una combinazione di diverse tecniche: di base il Viaggio dell’Eroe e la Scrittura Creativa Evolutiva. Queste si integrano con vari approcci: metagenealogia, meditazione, Immaginazione Creativa, disegni e immagini ispiratrici…

Da cosa si parte quando si inizia a studiare se stessi e il proprio Viaggio dell’Eroe? Iniziamo dal creare la nostra scheda personaggio, esattamente come se dovessimo scrivere un romanzo o cominciare un gioco di ruolo.

Al nostro personaggio dobbiamo assegnare un nome o qualcun altro lo deve fare per noi.

È quello che succede realmente nella storia della nostra esistenza. Qualcuno ci ha assegnato un nome, o anche più di uno. Questo nome non è neutro (non è mai neutro nella storia né tantomeno nella vita), ha un certo significato e identifica una certa energia. Ricordiamo che nulla avviene a caso e nel nostro cosmo ogni cosa è collegata a un’altra.

Vediamo, dunque, quale energia e significati può avere il nome.

L’origine della parola NOME non è chiara.

Essa presenta, infatti, la stessa radice in quasi tutte le lingue indoeuropee.
Name in inglese
Nom in francese
Nombre in spagnolo
Nome in portoghese
Nama in indonesiano…

Già Platone si domandava quale fosse l’origine e ipotizzava fosse la contrazione di un’intera
proposizione “ou hou masma estin” che significa “ente di cui si fa ricerca“,
interpretazione curiosa ma screditata in seguito.

L’origine, dunque, rimane sconosciuta ma possiamo notare che nomen, risulta assonante a numen,
termine latino utilizzato per definire in generale la potenza divina immanente in tutta la realtà.
Che parolone! Cerchiamo di spiegare meglio.

Numen (plurale: numina) è il termine latino per esprimere la potenza divina, da cui deriva l’italiano nume. Il significato iniziale di cenno divino, e quindi di volontà divina.

Il nume era anche la divinità della mitologia pagana, riconducibile al concetto di presenza o volontà divina. Era una presenza benevola protettrice.



Lari domestici. Pittura murale e stucco (63-79 d.C.). Pompei, Casa dei Venti. Nella parte inferiore è raffigurato un serpente, simbolo di forza rigeneratrice.

I numi tutelari erano anche sinonimo di antenati. Quelli che avevano portato, in qualche modo, un valore aggiunto alla storia della famiglia. (avete presente Mulan? E il suo Gran Consiglio degli antenati? O il Consiglio dei Jedi di Star Wars?)

Ecco, i numi sono proprio le antiche entità protettrici a noi collegate.

NUME è… NUMERO

Ad un certo punto del percorso spirituale di ciascuno, diventa infatti evidente come le arti del Quadrivio (Matematica, Geometria, Musica e Astronomia) non siano altro che modi diversi di studiare la stessa identica realtà metafisica: il Numero. Infatti, l’Aritmetica è lo studio delle relazioni fra i Numeri; la Geometria è lo studio del Numero nello spazio; la Musica è lo studio del Numero in movimento, ovvero nel tempo, e l’Astronomia, o meglio l’Astrologia iniziatica, è la «Geometria delle cause», ovvero lo studio della causalità del Numero.
– 
Rivista Mathetis –

NUMERO è… NOME

Secondo Pitagora ogni lettera corrisponde a un numero e ogni numero ha un particolare significato energetico. È come un codice che ha un significato se si saprà interpretarlo. Anche in questo caso è necessario un approfondimento che faremo in seguito.

Ora il concetto base che dobbiamo interiorizzare, se vogliamo, è che il NOME è un’energia complessa
composta da archetipi (perché dietro ci sono numeri e geometrie).


COS’È un ARCHETIPO?

Il concetto di archetipo è FONDAMENTALE mi sentirete nominarlo tantissime volte perché è uno dei concetti che HA CAMBIATO LA VISIONE DELLA MIA VITA.

Brevemente, diciamo che un archetipo è un’idea, un’energia primordiale, talmente primordiale che non è possibile definirla a parole. E infatti la definizione che vi ho appena dato è impossibile perché nel momento in cui si definisce un archetipo già non è più un archetipo proprio perché definito.
AIUTO! È un terribile groviglio lo so. Un bel respiro. Cerchiamo di avvicinarci all’idea di un’idea primordiale senza pretendere di definirla. Se io dico: quella persona è come il Sole, voi cosa pensate? Che è ‘solare’, sorridente, che scalda, magari è anche bella. Se invece penso al Sole mi viene in mente il nostro grande astro. Il Sole non è un archetipo, la solarità invece… ci fa avvicinare un po’ all’idea, all’archetipo della solarità.

TUTTE LE PERSONE CHE PORTANO IL NOSTRO NOME HANNO UN’ENERGIA CONDIVISA CON NOI

Il nome, dunque, contenendo dei numeri e delle geometrie contiene degli archetipi, che possiamo provare a ‘definire’ (o meglio no, ma passatemi il termine) e che ci fa capire come il nome sia collegato con il cosmo, che sia anche un’energia collettiva.

Tutte le persone che portano lo stesso nome, infatti, vibrano su una certa frequenza. Ovviamente non solo
quella perché ci sono infiniti modi di esprimerla, ma hanno delle caratteristiche comuni.

Il campo morfico (o morfogenetico) è un campo di informazione, un campo di coscienza che contiene tutte le informazioni relative ad una determinata specie, nel nostro caso la specie umana (è stato dimostrato con molti esperimenti, vi invito ad approfondire).
È un campo a cui siamo tutti collegati e con il quale tutti noi entriamo in relazione (risonanza morfica), è una sorta di coscienza collettiva, un’unica coscienza fatta dalla coscienza di tutti gli individui.

Ecco perché vibrazioni simili – in questo caso nomi simili – vibrano su energie simili.

Insomma, non crediamo di avere un nome che non significa nulla. Ci è stata assegnata o donata un’INFORMAZIONE e possiamo utilizzarla come un indizio per conoscere meglio noi stessi.

COME FACCIO A SAPERE CHE SIGNIFICATO HA IL MIO NOME?

Iniziamo a inoltrarci nel nostro nome, che ci può raccontare davvero molto di noi, però affronteremo il viaggio a piccoli passi. Oggi vedremo tre domande fondamentali che dobbiamo porci:

Qual è l’etimologia del mio nome?

Etimologia, altro termine che uso spesso perché lo ritengo importante, è lo studio dell’intimo significato di una parola.

Si trova sul web molto materiale sul significato etimologico del nome.

Il mio nome, per esempio, Paola, vuol dire… ‘umile, piccolo di statura’.

Ammetto che fino a qualche tempo fa non mi piaceva proprio. Uno dei miei problemi emotivi, quando ero alle elementari, era che ero molto alta rispetto al resto della classe. E questo mi comportava un enorme disagio. Un giorno mi sono fatta regalare un libro sul significato dei nomi. L’ho aperto curiosissima, ricordo ancora con che trepidante attesa ho cercato il nome Paola per poi rimanere delusissima. Aveva il significato di umile? E soprattutto: piccolo di statura?
Lì per lì mi è sembrata quasi una presa in giro della vita. Con il tempo ho imparato ad amare il mio nome grazie, proprio, allo studio di esso.

Perché i miei genitori, o chi per loro, mi hanno assegnato questo nome?

Il Nome è anche un’energia terrena che ci viene impressa dalla nostra famiglia.

Il nome è un indizio del PROGETTO SENSO. Ossia l’obiettivo, più o meno Conscio, che i nostri genitori avevano su di noi. E comprende un tempo che parte da ben prima della nostra Nascita.

Chiediamo ai nostri genitori, o a qualche parente o amico, se ci è possibile, perché ci hanno assegnato questo nome. Scopriremo cose molto interessanti.

Per esempio il mio nome è una ‘presa di posizione’ un ‘cambio dell’ultimo minuto’. I miei genitori avevano deciso di chiamarmi Marina, ma davanti all’ufficiale dell’anagrafe mio padre ha pensato bene di abbinare al mio cognome un nome che iniziasse con la stessa lettera. E Paola è stato il primo che gli è venuto in mente. Questo fatto, ho scoperto in seguito, ha influito con la mia storia. Tutto è importante.

Ci sono storie famose legate al mio nome?

Storie di attori, personaggi famosi e, in Italia o in paesi particolarmente religiosi, le storie dei Santi. Hanno un significato e un’importanza collettiva.
Paola, per esempio, è la versione femminile di San Paolo, molto importante nella città di Roma dove sono nata. Sempre a Roma è famosa la figura di Santa Paola martire.

Ho trovato interessante la figura della martire di Roma. Il martire è anche uno stereotipo, che è qualcosa di fisso, ripetitivo, non immutabile, ma non come principio primordiale come l’archetipo è quasi… il contrario . È una fissità di tipo non evolutivo. Il martire è colui che si lamenta di avere tutto sulle spalle, di doversi prendere addosso i pesi di tutti…

Avete presente il tipo? Io mi ci ritrovavo molto, un tempo.


Mi ha colpito anche molto la leggenda per cui san Paolo, vero nome Saulo, fosse un uomo che superava tutti gli abitanti della città per bellezza e per statura. I romani, gelosi, gli affibbiarono l’appellativo di Paolo. Il piccolo di statura, proprio per denigrarlo.
Una chiave di lettura che può essere approfondita.

Dunque abbiamo visto tre domande relative al nostro nome che possono indizi per comprendere qualcosa più di noi:

Qual è l’etimologia del mio nome?
Perché i miei genitori, o chi per loro, mi hanno assegnato questo nome?
Ci sono storie famose legate al mio nome?

Ci sono moltissime altre informazioni che il nostro nome può darci. Alcune veramente sorprendenti. Pian piano le approfondiremo. E siamo solo all’inizio di un Viaggio Straordinario.

ORA CHE LO SO, CHE CI FACCIO?

Approfittiamo di questi piccoli indizi per iniziare un lavoro di esplorazione di noi. Qualcosa dell’etimologia del nostro nome, delle storie ad esso legate oppure delle motivazioni per cui ci è stato assegnato ci risuona dentro? Ci fa dire: ehi, ma questa/o sono proprio io! Oppure: no, no, non mi ci ritrovo proprio.
E questo cosa ha portato o non ha portato nella mia vita?

Il proprio nome è solo un tassello della propria SCHEDA PERSONAGGIO, è comunque un ottimo punto di partenza.

Ho preparato per voi un ebook che sarà personalizzato sul significato e la storia del vostro nome inserito all’interno della vostra storia Metagenealogica

Un’occasione meravigliosa per iniziare il vostro viaggio esplorativo dentro e fuori di voi.

COME FUNZIONA?

Al primo contatto mi comunicherete il vostro nome, vi porrò delle domande e in base a quello vi creerò l’ebook personalizzato che conterrà:

  • etimologia
  • domande chiave
  • il progetto senso
  • il nome nel proprio albero
  • significati nascosti
– la quantità di informazioni cambierà in base alle informazioni fornite –

COSTO DELL’EBOOK 20 EURO PRIMO NOME (10 EURO PER OGNI NOME AGGIUNTO, ANCHE DI FAMILIARI)

È possibile aggiungere anche una consulenza privata.

Ti aspetto

Paola Pieroni